Eccezionale

Argo e Ulisse, la forza di un legame unico

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Per alcuni di noi il cane è il nostro miglior amico. Le risate e i ricordi fanno si che questo legame diventi una vera amicizia. Capita, a volte, di doverlo lasciare a qualcuno per esigenze e di non rivederlo per del tempo. Ma che dite di vent’anni?

Indice

La storia di Argo

Nella prima parte dell’Odissea non si parla molto di Argo. Infatti nel racconto emerge solo che quando Ulisse era giovane e viveva a Itaca, prima di intraprendere il suo lungo viaggio, Argo era il suo compagno di caccia. Ma in realtà era molto più di questo.

Il ritorno di Ulisse

Quando Ulisse torna a Itaca, in ritorno dalla guerra, è un uomo diverso; alla sua astuzia si unisce la saggezza che fa di lui un eroe più consapevole, l’eroe più umano della mitologia greca. Sbarcato sull’isola Ulisse trova la sua abitazione occupata dai Proci. Decide quindi di travestirsi da mendicante, e né il suo leale servo Eumeo né la sua amata Penelope scoprono la vera identità. 

L’incontro tra Argo e Ulisse

È invece Argo che con uno sguardo lo riconosce. Il cane, ormai vecchio e trascurato, scodinzola e drizza le orecchie, dopo aver sentito la sua voce. Ulisse non si commuove alla vista di suo figlio Telemaco o nell’atteso incontro con la moglie Penelope, perché il loro riconoscersi avverrà gradualmente.

Incontro tra Argo e Ulisse

Ma quando rivede il suo fidato cane si lascia sfuggire una lacrima. Il valore del loro incontro con una lunga amicizia alle spalle è aumentato da ricordi, fedeltà e tutto ciò che per Ulisse rappresenta Argo.

“Ulisse, riguardatolo, s’asterse

Con man furtiva dalla guancia il pianto”

Infine Ulisse varca l’entrata pronto a riprendersi la sua casa e Argo, che ha aspettato il ritorno del buon amico per vent’anni, può esalare l’ultimo respiro.

“Ed Argo, il fido can, poscia che visto

Ebbe dopo dieci anni e dieci Ulisse,

gli occhi nel sonno della morte chiuse.”

Il legame tra Argo e Ulisse

Omero nel XVII libro dell’Odissea narra un importante incontro che esalta l’intesa e l’amicizia più vecchia del mondo: quella tra uomo e cane. Tra lo scaltro Ulisse e il fedele Argo.

Gli animali di cui ci prendiamo cura, sono anche i nostri compagni di vita, gli amici che ci stanno accanto.

Ulisse riconosce questo in Argo: il rispetto e l’amore che c’è tra i due è la forza che li lega ancora nonostante il lungo tempo di separazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Potrebbe interessarti anche
La vera storia: Balto e Togo

In molti conoscono Balto come il famoso husky dell’omonimo film d’animazione, eroe della città di Nome in Alaska. Ma non era il solo, ad essere l’eroe canino della “corsa del siero”.

Leggi di più »

Hai bisogno di assistenza?

Il nostro servizio di assistenza è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 19.00